A meno di trenta chilometri da Brescia, Monte Isola, che con i suoi quattro chilometri quadrati e mezzo è l’isola lacustre più grande d’Europa, costituisce per il suo fascino una meta ideale per una gita. Poiché sull’isola non si possono traghettare né si può circolare con le automobili, le strade di collegamento tra le numerose frazioni – alcune a contatto col Sebino (Peschiera Maraglio, Sensole e Carzano), altre a mezza costa (Menzino, Siviano e Novale), altre ancora sui fianchi della montagna (Olzano, Masse, Senzano e Cure) costituiscono un terreno privilegiato per muoversi con la bicicletta.

Porto di Peschiera Maraglio, Monte Isola Foto di Oscar Colosio
Porto di Peschiera Maraglio, Monte Isola Foto di Oscar Colosio

Chi ne fosse sprovvisto la può noleggiare a Peschiera M. o Carzano, mentre chi la possiede la potrà comodamente traghettare sui mezzi pubblici. Dal piccolo porto di Peschiera Maraglio iniziamo a pedalare verso sinistra sulla “strada degli ulivi” osservando la vicina isoletta di S. Paolo e giungendo in breve a Sensole e poi a Menzino. Da quest’ultima località con una deviazione di soli cinquecento metri (freccia segnaletica) ci si può portare nei pressi della maestosa Rocca di Sensole, edificio del quattordicesimo secolo a pianta quadrata che costituisce uno dei castelli meglio conservati della provincia di Brescia.

bicicletta

Ridiscesi dalla Rocca ci dirigiamo verso Sinchignano e, all’altezza della Chiesa di S. Carlo, svoltiamo a destra verso il Santuario della Madonna della Ceriola ; per raggiungere quest’ultimo bisogna percorrere circa tre chilometri di salita piuttosto impegnativa e in qualche tratto si deve spingere la bicicletta a mano. I più tenaci saranno premiati da un panorama eccezionale e potranno visitare il Santuario.
Con la bicicletta scendiamo dal punto più elevato dell’isola fino a Cure da dove si prosegue per Masse e Olzano. Da Olzano s’imbocca una ripida strada dal fondo pietroso che conduce a Siviano in cui ha sede il Municipio.

Veduta di Cure, Monte Isola – Foto di Oscar Colosio

Proseguendo si ammira a nord la bella isola di Loreto e si arriva in breve a Carzano. Qui ogni cinque anni si svolge la famosa festa di S. Croce in occasione della quale le vie del paese vengono abbellite da migliaia di fiori di carta colorati che sono stati preparati con grande maestria e pazienza nei mesi precedenti. Prima di pensare al traghetto per il ritorno gli amanti della buona tavola (o quelli il cui pedalare ha messo appetito) ricordino che sull’isola potranno gustare succulenti piatti di pesce di lago insieme ai prodotti tipici dell’olio d’oliva, del salame nostrano e delle sardine essiccate al sole. Superato Carzano si percorre lungo il lago il lato orientale dell’isola e ci si riporta in breve al porto di Peschiera Maraglio.

Lunghezza: 15Km
Difficolta: facile e medio impegno
Tipo di bici: secondo il percorso

CONTATTI

  • Monte Isola