Salire al Santuario della Madonna della Ceriola a Monte Isola vuol dire raggiungere uno dei luoghi più panoramici di tutto il Lago d’Iseo, con una visione a 360° delle sue coste e delle montagne che lo circondano, fino alle dolci colline della Franciacorta e oltre.

Sebbene sia possibile arrivare nei pressi del Santuario con il minibus di linea, è consigliabile salire a piedi, percorrendo due tra i meravigliosi sentieri che si snodano sull’Isola.

Segnaletica fuori dall’Ufficio Turistico

Sentiero n.1 Peschiera Maraglio – Cure – Santuario della Madonna della Ceriola
Il Sentiero parte da Peschiera Maraglio esattamente fuori dall’Ufficio Informazioni (dal pontile 1 circa 200 metri sulla sinistra, dal pontile 3 circa 200 metri sulla destra). S’imbocca il vialetto a volta che costeggia l’Infopoint e si sale in mezzo al centro abitato. Dopo una rampa di scale, si arriva sulla strada principale, la si attraversa e si entra nel bosco, imboccando il sentiero a sinistra, prima a gradoni e subito sterrato. Dopo circa una mezz’oretta di salita tra alberi, arbusti e scorci spettacolari, una piccola area attrezzata con tavoli e panche invita ad una pausa rigenerante. Proseguendo in direzione nord, lo sguardo è presto catturato dalla splendida vista dell’Isola di San Paolo e della Rocca Martinengo. Da qui, il sentiero diventa meno ripido e, attraversando ombreggiati boschi di castagni, raggiunge a breve l’abitato di Cure.

Cure

A questo punto le possibilità per salire al Santuario sono due:
1.Variante lunga: appena prima del paese, svoltare a destra e risalire la mulattiera che lentamente conduce ad una bella radura di castagni posti quasi a protezione di una casetta dall’aspetto fiabesco. Superatala, proseguire a sinistra fino ad imboccare una deviazione a destra, dove massi posti a gradoni conducono in pochi passi all’ingresso sud del Santuario.
2.Variante breve: attraversare l’abitato di Cure fino a raggiungere la santellina dedicata alla Madonna e svoltare a destra. Risalire la mulattiera nel bosco dove, superate alcune abitazioni in pietra sulla sinistra, un bell’arco a tutto sesto, a destra, indica l’inizio della via Crucis, che conduce all’entrata nord del Santuario.
Dislivello: 450m
Tempo di percorrenza: 80min
Km: 4
Livello: E
Consigliate scarpe da trekking comode e chiuse (no sandali, no tacchi).

Sentiero n.2 Peschiera Maraglio – Olzano – Masse – Cure – Santuario Della Ceriola
Come per il sentiero n.1, la partenza del sentiero n.2 si trova fuori dall’Ufficio Informazioni (dal pontile 1 circa 200 metri sulla sinistra, dal pontile 3 circa 200 metri sulla destra). S’imbocca il vialetto a volta che costeggia l’Infopoint e si sale in mezzo al centro abitato. Dopo una rampa di scale, si arriva sulla strada principale, la si attraversa e si entra nel bosco, prendendo il sentiero che prosegue pianeggiante a destra. Dopo circa quarantacinque minuti di percorrenza (attenzione: particolarmente esposto*) si giunge all’abitato di Olzano, piccolo e caratteristico agglomerato di case, dove è possibile rinfrescarsi ad una fontanella. Si attraversa il borgo in salita e si prende la strada asfaltata che volge a sinistra, per raggiungere in pochi minuti l’abitato di Masse. Lo si attraversa e, in prossimità della piazzetta, dove si trova un’altra fontanella, si prende la strada a sinistra che costeggia la chiesetta rosa dedicata ai santi Rocco e Pantaleone. Da qui, la strada diventa una bella mulattiera che, tra campi coltivati e ulivi, conduce fino all’abitato di Cure, dove, all’altezza di una santellina dedicata alla Madonna, si svolta a sinistra e si raggiunge il santuario seguendo la Via Crucis.
*Il tratto che collega Peschiera Maraglio ad Olzano è consigliato solo ad escursionisti esperti!
Dislivello: 450m
Tempo di percorrenza: 110min
Km: 6.5
Livello: E

CONTATTI